Association of Art & Science Rome, ITALY

Conference Information

The Quantistic Brain 2004

IL CERVELLO QUANTISTICO:

 

LE NUOVE FRONTIERE DELLA RICERCA SULLA MENTE.

 

Painting: Eternity by Andrea Spadoni

Ashraf Virmani PhD


Abstract :

Understanding ourselves: Brain processes from the quantistic point of view

Understanding ourselves and our relationship to the universe has always been the primary goal of mankind. This is a continous effortc that we can see reflected in the art and science of our ancestors. From the cave paintings to the astronomically inspired structures like Stonehenge, MahanjoDaro and the pyramids to our more formal spiritual and religious beliefs of today. How far have we come in the last 100,000 years? The major evolution in thought has been in our understanding of the nature of mater and of the universe, the very fundamental building blocks of all that exists. Quantum physics has shown that mater and energy are one and it is the equilibrium between them and space/time that determines everything in the universe. Further, everything in the universe is interlinked and interdependent, all the way to the processes life itself. In particular the processes underlying the functioning of the mind and the properties like conciousness and memory that arise from the the functions of this incredible organ. I shall discuss these brain processes from the quantistic point of view.

Dr Ashraf Virmani


The Quantistic Brain 2005

BRAIN ENERGY - ROLE IN BODY HEALING?

Ashraf Virmani

The brain control almost all body functions like nutrition, respiratory, cardiovascular immune, cardiovascular systems and therefore must also play a vital role in body healing. One can approach this role of brain in the healing process from a formal classical MECHANISTIC or the universal spiritual VITALIST point of view. The quantum wave theory is evolving to explain the VITALIST point of view.

There are still a number of questions in the field of Neuroscience that are unanswered, For example, why do we need to sleep? What is the point of sleep from the mechanistic i.e. environmental, genetical or physiological point of view? There does not seem to be any reasonable explanation at this moment in time (2005) but we have to keep looking.

Another major question confounding the medical world since ancient times is why does electroconvulsive therapy cure depression (at least temporarily). In ancient times camphor was used to induce brain seizures but in 1938, the Italians Ugo Cerletti and Luigi Bini induced seizures using electricity applied through electrodes placed on both temples and depression patients are still being treated today with this method. How does this therapy work? Nobody knows at present, however below is a hypothesis which may be useful.

David Bohm proposed that brain behaves like a huge quantum system that can evolve itself uniquely according to wavelike quantum rules. That is, because of its quantum organization, each neuron wave in the brain carries with it spectral wave forms from every other neuronal wave in the brain. Hence, every neuron essentially has an entire picture of collective brain activity stored within the spectrum of its particular waves.

MENTAL ILLNESS may, therefore, be a normal tendency for some individuals to have a brain that on the whole is slightly out-of-phase with incoming environmental inputs. This can be seen as generalized confusion, misinterpretations, delusions, hallucinations or paranoia. Particular regions of the brain may have resonance's that are out-of-phase with environmental inputs.

 

ENERGIA CEREBRALE: UN RUOLO PER LA GUARIGIONE DEL CORPO ?
Ashraf Virmani

Il cervello controlla quasi tutte le nostre funzioni, come la nutrizione, la respirazione, il sistema immunitario e quello cardiovascolare, quindi di conseguenza, gioca anche un ruolo vitale nei processi di guarigione corporea.
Un approccio a questo tipo di discorso inerente il ruolo del cervello nel processo di guarigione, potrebbe iniziare da quello formale classico basato sul MECCANICISMO, oppure da quello universale spirituale detto VITALISTA, considerando entrambi come due punti di vista sulla tematica.
La teoria dell’onda quantica si stà evolvendo per spiegare il punto di vista VITALISTA.
Ci sono ancora un certo numero di domande nel settore delle neuroscienze che sono irrisolte.
Per esempio: Perchè ci necessita dormire? Come può essere affrontato dal punto di vista meccanicista il bisogno di dormire? Come necessità ambientale? Oppure genetica? O semmai fisiologica? Al momento in cui stò scrivendo questo articolo, anno 2005, nessuna ragionevole risposta sembra soddisfare queste domande, ma la ricerca continua.
Un’altra importante domanda che sembra confondere il mondo medico sin dai tempi antichi è questa: perchè la terapia elettroconvulsivante (elettroshock) è in grado di curare la depressione? (almeno temporaneamente).
Nei tempi passati, la canfora, era usata per produrre l’epilessia in un paziente.
Nel 1938 l'italiano Ugo Cerletti e Luigi Bini hanno indotto l’epilessia utilizzando un flusso di corrente elettrica applicata alle tempie di pazienti con degli elettrodi ed a tutt’oggi alcuni pazienti depressi vengono trattati con questo metodo detto "elettroconvulsivante".
Qual’è il meccanismo secondo cui questa terapia agisce?
Allo stato attuale nessuno ne è ben cosciente, sebbene un’ipotesi oggi possa essere formulata.
David Bohm propone che il cervello agisca come un grande sistema quantico che può evolvere da sé stesso, unicamente in accordo ai ruoli quanto/onda.
Infatti, dovuto alla sua organizzazione quantica, ogni neurone/onda nel cervello porta con sé la forma spettrale d’onda di ogni altro neurone/onda del cervello.
Di conseguenza,ogni neurone essenzialmente, ha in sé la figura collettiva delle attività cerebrali conservate nello spettro delle sue particolari onde.
LA MALATTIA MENTALE quindi, potrebbe essere niente altro, che la normale tendenza di alcuni individui ad avere un cervello, nella sua completezza, leggermente fuori fase rispetto agli input ambientali in arrivo.
Questo potrebbe dar luogo ad uno stato di malattia quale sensazioni di confusione generale, mal interpretazione, allucinazioni o paranoie.
Particolari regioni del cervello potrebbero essere in uno stato di risonanza errata rispetto agli stimoli circostanti.
 

 

BACK